Corso di sceneggiatura e regia

Settembre 2023: siamo tornati
18 Settembre 2023
Show all

Corso di sceneggiatura e regia

Corso di sceneggiatura e regia a offerta libera.

Corso di sceneggiatura e regia a offerta libera.

Torna il volontariato dei saperi a Book-Cycle con un nuovo corso di sceneggiatura e regia a offerta libera.

In un mondo che ci abitua all’idea che solo quello che costa tanto vale tanto, noi non ci stiamo.

Vogliamo invece dimostrare che anche riconoscendo un contributo libero si possa ricevere in cambio qualcosa di valore.

Dopo il corso di regia svolto nel 2022, felici del risultato, abbiamo deciso di ripeterlo e, perché no, migliorarlo per il 2023/2024.

E confessiamo che in futuro ci piacerebbe fondare una vera e propria “piccola scuola di cinema di Tor Pignattara“.

Quest’anno, oltre ad Alessandro Scippa che gestirà l’intero corso, saranno coinvolte nell’insegnamento anche altre figure professionali del mondo del cinema.

I docenti svolgeranno le loro lezioni senza percepire un ritorno economico perché riteniamo che in determinate circostanze e contesti sia possibile anche una condivisione dei saperi su base volontaria.

Inoltre il corso avrà risvolti più pratici con l’obiettivo di realizzare dei corti.

Quando e dove

Il corso inizierà sabato 4 novembre.

Le lezioni (circa 20) si terranno ogni sabato dalle 17 alle 19 alla Casa dei Libri Senza Prezzo in via Ciro da Urbino 17 a Roma. Gli orari delle lezioni potranno subire anche piccole variazioni (a seconda delle esigenze di alunne e alunni) da concordare strada facendo con i docenti.

Quanto costa

Ogni lezione sarà a offerta libera: deciderai tu quanto donare.

Il ricavato andrà a Book-Cycle per finanziare la spedizione di libri in Uganda in collaborazione con Soleterre Onlus. I docenti non percepiscono nessun ritorno economico per il lavoro che hanno deciso di svolgere.

Cosa si intende per offerta libera? Quello che ritieni sia il valore della lezione che hai seguito, quello lasci alla fine della lezione. Senza troppe fisime. Hai solo pochi euro in tasca? Vanno bene anche quelli, nessuno ti giudicherà per quanto lasci. Poco o molto. Non è quello che conta. 

L’intera filosofia di Book-Cycle si basa sul concetto di offerta libera, da ormai 12 anni. Sappiamo che alcune persone all’inizio non sanno bene come gestire il fatto di dover dare un prezzo alle cose, senza che sia imposto dall’alto. Ma non ti preoccupare, una volta che ti abitui possiamo assicurarti che il sistema ti piacerà!

Come iscriversi

Manda la tua lettera motivazionale a info@book-cycle.it (la scadenza delle iscrizioni è stata prorogata al 28 ottobre).

Basta che ci racconti qualcosa di te e il motivo per il quale vorresti partecipare al corso.

Cosa imparerai

Con Alessandro Scippa, sceneggiatore e regista:

  • Il cinema prima del cinema. Allenare lo sguardo in giro per Roma, tra musei e gallerie.
  • Dall’idea alla sceneggiatura. La scrittura del soggetto. La scaletta. Il trattamento. La sceneggiatura.
  • Pre-produzione, produzione e post-produzione di un film. I ruoli e le dinamiche di lavoro su un set. Dai sopralluoghi e dai provini fino alle fasi finali della lavorazione.
  • Il lavoro di adattamento del docente sul romanzo di Gianfranco Bettin per il film Nemmeno il destino e sul romanzo di Stefano Massaron Ruggine, diretti da Daniele Gaglianone. Il tentativo di adattamento di Q, dal romanzo di Luther Blissett.
  • I software di scrittura. Formattare la sceneggiatura.
  • Scrivere la sceneggiatura e dirigere un videoclip. Analisi comparativa tra le sceneggiature e i videoclip girati dal docente per il cantante Canio Loguercio. Il lavoro sul set. L’uso degli storyboard e il playback.
  • Come si scrive un dossier da presentare a un bando e i molteplici approcci alla regia di un documentario. La ricerca delle reference. Come si fa un moodboard. Il lavoro con gli archivi. Analisi del film documentario La Giunta.
  • Scrivere per la tv. Esempi di scrittura seriale. La scrittura dei dialoghi. La formattazione della scrittura per il serial drama. La sceneggiatura come processo industriale.
  • Il lavoro del regista. Lo studio della sceneggiatura e il decoupage. La copertura delle scene. Il lavoro con gli attori e con gli altri reparti.
  • Esercizi di scrittura in aula su un tema condiviso. Analisi e commento degli elaborati.
  • Realizzazione dei corti scritti dagli allievi con attrezzature leggere.

Con Giancarlo Cardillo, direttore della fotografia:

  • Il lavoro del direttore della fotografia: dalla sceneggiatura alla sala cinematografica.
  • La materia della luce: come illuminare una scena.
  • Perché muovere la macchina da presa: le inquadrature e il loro linguaggio.

Con Lucio De Francesco, attore:

  • Il paradosso del: “Non recitare”.
  • Approccio ad un provino in presenza o ad un selftape.
  • La concentrazione e il respiro.
  • La tecnica o l’istinto?
  • L’importanza del sottotesto.

Con Azzurra Stirpe, tecnica del suono:

  • Perché i direttori della fotografia vengono chiamati tali e gli ingegneri del suono invece sono tecnici del suono?
  • Cos’è il suono?
  • Perché il suono non esiste?
  • Gli usi del suono.
  • L’uso della musica.

Con Leandro Sorrentino, autore di colonne sonore:

  • La musica e le parole.
  • La musica e il tempo.
  • La musica e lo spazio.
  • La musica e l’ineffabile.

I docenti

Alessandro Scippa (sceneggiatore e regista)

Vive tra Roma e Napoli. Scrive per la televisione e dirige corti, documentari e videoclip.

È stato co-sceneggiatore del film Nemmeno il destino, di Daniele Gaglianone, presentato alle Giornate degli autori della 61° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia del 2004, e al Festival Internazionale del Film di Rotterdam del 2005.

È stato co-sceneggiatore del film di Lucio Fiorentino Pandemia, e del film di Daniele Gaglianone Ruggine.

Nel 2012 firma la regia di Arianna, il suo primo lungo di finzione, presentato nella sezione Onde del 30° Torino Film Festival, e alla 50+1 Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

Il suo secondo film, La Giunta, è stato presentato al 40° Torino Film Festival del 2022.

Lucio De Francesco (attore)

Nasce a Mugnano di Napoli e attualmente vive a Roma.

Nel 2011 si diploma come attore presso la scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova.

A teatro fa parte del cast di: Arlecchino servitore di due padroni, Don Giovanni e La Cucina per la regia di Valerio Binasco.

Ha collaborato in diversi spettacoli per la regia di Elena Gigliotti vincendo nel 2015 la Menzione Speciale di Scenario per il testo Katzelmacher.

Nel 2023 fa parte del cast della serie La voce che hai dentro per la regia di Eros Puglielli, nel 2022 partecipa al film Quanno chiove di Mino Capuano, proiettato nella rassegna Bimbi Belli di Nanni Moretti.

Altri lavori cinematografici: Mare Fuori 2 regia Ivan Silvestrini e Brennero, regia di Giuseppe Bonito.

Leandro Sorrentino (autore di colonne sonore)

Da anni abbina a una intensa attività di autore di musiche originali per film, cortometraggi, documentari e videoarte il ruolo di sound designer.

Tra i suoi lavori: Autunno e L’inverno di Nina di Majo (presentati rispettivamente ai festival di Venezia e Berlino), Ossidiana di Silvana Maja, Gaza Hospital di Marco Pasquini (Globo d’oro 2010 come miglior documentario italiano), The Sun Shines in Kiev e The Undercover Man dell’artista Rossella Biscotti, Napoli 24 (film collettivo che annovera tra i suoi autori i registi Guido Lombardi, Pietro Marcello e Paolo Sorrentino), La Giunta di Alessandro Scippa, Rosaria di Gianluca Loffredo, Napoli 24 e Là-bas di Guido Lombardi (Leone del Futuro al festival del cinema di Venezia 2012 e premio Flash Forward come Best Film al festival di Busan, Corea del Sud), per il quale ottiene la nomination ai Nastri D’Argento 2012 per il miglior suono.

Giancarlo Cardillo (direttore della fotografia)

Nasce a Napoli nell’estate del 1996. Dai suoi occhi di bambino nasce la passione per la fotografia, per il video e per il cinema.

Terminati gli studi classici approccia per la prima volta il teatro e lo studio dell’illuminotecnica: da quel momento è cosa fatta, si innamora della luce e decide di farne il suo lavoro.

Grazie alla Scuola D’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté, dove si forma come Direttore della Fotografia, comincia la sua carriera nel mondo del cinema.

Il suo obiettivo è riuscire a trasmettere attraverso le immagini, la scrittura con la luce ed il movimento, le emozioni e lo stupore che da sempre accompagnano il suo sguardo. Guardare è seminare. Seminare cosa? Seminare gli occhi, la nostra anima in ciò che guardiamo. Tra le altre cose ha firmato la fotografia del film collettivo L’ultimo piano e La Giunta di Alessandro Scippa.

Azzurra Stirpe (tecnica del suono)

È una specialista della registrazione del suono con la passione per la cattura di atmosfere ed effetti perfetti.

Con esperienza nel settore dal 2016, Azzurra si concentra sulla creazione di paesaggi sonori coinvolgenti che danno vita a vari ambienti e migliorano le esperienze audio.

Che si tratti di registrare nella natura, di catturare l’essenza delle affollate strade cittadine o di evidenziare le sottili sfumature di effetti specifici, l’attenzione ai dettagli di Azzurra garantisce registrazioni di alta qualità. Combinando le competenze tecniche con la visione artistica, Azzurra si impegna continuamente a fornire un’eccezionale acquisizione del suono per vari settori e scopi.

Tra le altre cose, ha lavorato al suono del film Eo di Jerzy Skolimowski, presentato in concorso al 75º Festival di Cannes, vincendovi il premio della giuria, e ha ricevuto una nomination agli Oscar 2023 come migliore film internazionale.

Comments are closed.